Economizzatori: come risparmiare energia

La tua azienda riceve una bolletta per i consumi di energia elettrica troppo elevata?
Per offrire una valida soluzione agli imprenditori che vedono salire il costo della bolletta dell'elettricità, sono state sviluppate tecnologie che consentono di limitare i consumi e di osservare un risparmio che può arrivare fino al 15%!


Queste apparecchiature prendono il nome di ECONOMIZZATORI DI ENERGIA.


Gli economizzatorifacendo proprie le prescrizioni della NORMA IEC 60038 in merito alle tolleranze di funzionamento prescritte per le apparecchiature elettriche, forniscono una tensione di funzionamento che minimizza il consumo senza  penalizzarne le prestazioni e ridurne l’affidabilità.
La maggior parte delle apparecchiature elettriche con marcatura CE, sono fatte per funzionare a una tensione che varia tra i 207 e 253 V, ma spesso i distributori di energia elettrica erogano tensioni superiori a 230 V, innescando processi di riscaldamento e vibrazioni, che oltre a stressare le apparecchiature, con conseguente accorciamento dei tempi di funzionamento, determinano anche degli inutili sprechi di energia. 

Installando un economizzatore di energia, si regola questa tensione, portandola ai livelli necessari per il buon funzionamento dei dispositivi elettrici; inoltre si realizza anche un miglioramento del fattore di potenza, un bilanciamento delle fasi e una riduzione della domanda di picco. 

Questa differenza della tensione di alimentazione consente di ottenere:
a. un significativo risparmio di energia;
b. una maggiore durata della vita utile delle apparecchiature elettriche;
c. una significativa riduzione delle emissioni di anidride carbonica (circa 630 g per ogni kWh di energia risparmiato).



Grazie agli incentivi fiscali, inoltre, è possibile usufruire dell'iper ammortamento del 250%  per l'acquisto dell'economizzatore, se l'investimento viene effettuato entro il 31 dicembre 2017!

Commenti